fbpx

long island ice tea
Il Long Island Ice Tea era molto di moda nell’America degli anni 90 in piena epoca Grunge, soprattutto tra gli adolescenti, che grazie al colore simile a quello del da tè freddo, riuscivano ed eludere il divieto di bere bevande alcoliche.

Ricetta

½ oz | 1,5 cl | Vodka
½ oz | 1,5 cl | Rum chiaro
½ oz | 1,5 cl | Gin
½ oz | 1,5 cl | Triple Sec
¾ oz | 2,5 cl | Succo di limone
1 oz | 3 cl | Sciroppo di zucchero
Cola a completare dopo aver shakerato
Se preferite la versione con la Tequila, aggiungetene ½ oz (1,5 cl)

Preparazione

Versare tutti gli ingredienti in uno Boston Shaker pieno di ghiaccio, shakerare e filtrare con lo strainer in un tumbler alto colmo di nuovo ghiaccio tumbler alto con ghiaccio e completare con la cola. Decorare con un fetta di limone e servire.

Storia

Alcuni sostengono l’invenzione sia da collocare, addirittura, ai tempi del Proibizionismo Americano del 1919, dove era servito all’interno dei locali “Speakeasy”.
Probabilmente il Long Island Ice Tea ai tempi del proibizionismo era un misto di alcolici, sopratutto rum facilmente reperibile nella vicina Cuba, la tequila dal Messico, whisky bianco canadese, zucchero, limone e Coca Cola, nato appunto per farlo sembrare tè freddo e somministrarlo ai clienti “assetati”.
Chi non concorda con questa versione sostiene che la Coca Cola non fosse un prodotto contemplato dai barman dell’epoca.

Secondo J.S. Moore autore del libro “Understandig Apples” la nascita del cocktail è databile sempre negli anni 20 nella comunità di Long Island, ma a Kingsport nel Tennessee. La ricetta prevedeva rum, vodka, whisky, gin, tequila, sciroppo d’acero e soda e fu inventata da un signore il cui soprannome era “Old Man Bishop” e fu poi riproposta dal figlio Ranson negli anni 40, ma con delle modifiche.

La verità sulla nascita del Long Island Ice Tea probabilmente non lo sapremo mai, ma la storia che ha maggiori riscontri racconta di un barman di Long Island, del bar “All Oak Beach Inn”, conosciuto come Robert “Rosebud” Butt che creò il cocktail che noi oggi conosciamo, anche se sulla ricetta ci sono pareri discordanti perchè c’è chi lo prepara con la tequila e chi senza.

Molti Bartender sostengono che il Long Island Ice Tea non sia un cocktail, perchè non rispetta le regole della miscelazione dal momento che presenta 3 basi alcoliche (4 con la tequila) di origine diversa nello stesso cocktail, ma è innegabile che il suo successo sia stato esagerato, a tal punto che ne sono state concepite infinite varianti, alcune delle quali, hanno avuto a loro volta un gran successo, come il Japanese Ice Tea con il Midori o il Miami Ice Tea con il Blue Curacao.

Se vuoi approfondire le conoscenze sul mondo dei cocktail e sulla professione del barman e della barlady, FPU Barman Academy ente di formazione accreditato dalla Regione Lazio, propone un corso ad hoc: il corso da Barman e Barlady.

ULTIME DAL BLOG

26Mag 2020
Il segreto di Cannavacciuolo per fare il caffè

Cannavacciuolo svela il segreto del suo caffè e, visto l’autorevole fonte, tutti gli amanti del caffè sono pronti ad ascoltare col fiato sospeso. Il famoso chef (e giudice televisivo) dice la sua sula bevanda più amata dagli italiani. Antonino Cannavacciuolo è infatti stato scelto come testimonial per il caffè Lollo (in onda sulle reti Rai e […]

22Mag 2020

Downton Abbey: il Libro Ufficiale dei cocktail è il nuovo titolo proposto da Panini Comics. Grazie a questo volume, ogni fan di Downton Abbey potrà sognare di farsi servire un drink da Carson in persona! Sta infatti per arrivare in tutte le librerie: “Downton Abbey – Il libro ufficiale dei cocktail“, un volume che raccoglie alcune delle ricette […]

19Mag 2020
Emporia Gin distilleria Caffo

Emporia Gin è l’ultima, pregiata, novità lanciata dall’antica Distilleria F.lli Caffo. Si tratta di un distillato, come è stato spiegato in una nota ufficiale, «che raccoglie le essenze particolari della Calabria: la storia, il mare, le piante spontanee che la natura offre come il ginepro fenicio, una particolare pianta che cresce spontaneamente portata dai Fenici oltre 3200 anni fa». Emporia […]

15Mag 2020
bicchieri da cocktail

Bicchieri da cocktail, quali scegliere? Bicchieri da cocktail, quale scegliere? L’occhio vuole la sua parte! Ma non è l’unico motivo per avere in casa un buon servizio di bicchieri da cocktail. Scegliere il giusto bicchiere per il giusto cocktail non è solo un modo per rispettare il galateo. Ogni bicchiere, a partire dalla forma, passando […]

12Mag 2020
Avalon Pub

Avalon Pub a Roma, per un brindisi medievale! Un locale nato da una passione, quella per la storia e l’ambientazione medievale, in cui si è riusciti a ricreare il clima mangereccio e conviviale del medioevo. Un’ambientazione storica che si ritrova ovunque, a partire dalla grande spada (ovvio richiamo alla Spada nella Roccia) che vi accoglierà […]

08Mag 2020
cocktail vegetale contro la sbornia

Un cocktail vegetale contro la sbornia può sembrare una delle solite notizia acchiappa like per Facebook. Invece no, è roba seria, dato che a scoprirlo è stato uno studio condotto dai fisiologi molecolari dell’Università Johannes Guttenberg in Germania. Lo studio, pubblicato sul British Medical Journal Nutrition Prevention and Health, dimostra come un particolare cocktail naturale […]

05Mag 2020
Whisky

Sei un amante del Whisky e vuoi bere solo il meglio? Sei un neofita del mondo del beverage e vorresti partire assicurandoti di assaggiare il miglior Whisky? Questo è l’articolo che potrebbe fare al caso tuo. Due esperti hanno infatti recensito e classificato i migliori Whiaky al mondo e, sia per gli esperti che per i […]

01Mag 2020
Samuel dei subsonica e il Golfo Mistico

Samuel dei Subsonica apre il suo Golfo Mistico dando vita ad una centrale creativa «centrale creativa» in cui musica, cucina e mixology si fondono in un connubio di emozioni. Un’esperienza sensoriale completa che coinvolge tutti i sensi e una vasta gamma di emozioni. Voglia di novità, creatività, tecnologia al servizio della sperimentazione e un grande […]

28Apr 2020
pcup bicchiere ecologico

PCUP, il bicchiere ecologico che reinventa l’usa e getta. PCUP è l’alternativa ecologica al bicchiere di plastica usa e getta. Provate a pensare: concerti, festival, stadi, discoteche, sagre di paese o movida cittadina… Quanti sono i bicchieri di plastica usa e getta che dopo essere stati usati una sola volta, puntualmente, vengono gettati? Un bilancio gravoso […]

Inviaci una mail
+39 06 66410497
WhatsApp +39 339 2123387
WhatsApp Chat
Orari di Ufficio: 09.00 - 13.30
Invia via WhatsApp

Contact Form